spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
La Corsa di Tommy PDF Stampa E-mail
 
 Sull’onda dell’entusiasmo e dell’ottima riuscita delle quattro precedenti edizioni, il gruppo sportivo F70 Freesport, in stretta collaborazione con l’associazione Tommy nel Cuore, ripropone quella gara podistica che è diventata l’espressione più autentica del significato dello sport, del benessere e della civiltà. Quest’anno la quinta edizione della corsa di Tommy - inserita nel calendario regionale e provinciale Fidal - andrà in scena domenica 3 maggio sempre a San Prospero (il ritrovo è alle 8 in via Aldo Capra davanti al circolo Il Castello da dove prenderanno il via la gara competitiva e quella non competitiva, la camminata «Corri col cuore» e le gare giovanili) e sarà, come al solito, una festa, una giornata all’insegna dello sport e della beneficenza in memoria di due angeli rimasti nel cuore di tutti i parmigiani e non solo: Tommaso Onofri e Marco Federici, il giornalista della «Gazzetta di Parma», scomparso il 10 luglio 2013, che aveva seguito da vicino il caso del piccolo Tommy. Grande fascino lo avrà camminata «Corri col cuore», otto chilometri suddivisi tra asfalto, carraie, meleti e cortili dove i padroni di casa offriranno, come al solito, la loro gentile ospitalità e incitamenti ai camminatori. Tra le novità di quest’anno ci sarà la «GolirdiKids», ovvero la corsa dedicata ai bambini più goliardica del mondo e che prenderà il via subito dopo l’arrivo dell’ultimo competitivo classificato. «Per noi

l’obiettivo primario - sottolineano all’unisono i ragazzi del gruppo sportivo F70 Freesport, che hanno rimesso in ordine l’area del Traglione dopo la grande nevicata dello scorso mese di febbraio - rimarrà sempre quello di trascorrere qualche ora piacevole in compagnia dei tanti amici appassionati di questo meraviglioso sport che é la corsa. Sano agonismo e divertimento: è questa la nostra ricetta». Perseguendo, nel contempo, la medesima «stella polare» portata avanti sin dalla prima edizione della Corsa di Tommy. «Il nuovo progetto prevede semplicemente di mantenere lo spirito solidale dell’evento e di continuare, tramite la solita serietà e trasparenza, a devolvere fondi per iniziative riguardanti i più piccoli e sempre nel nome del piccolo Tommaso - spiega Roberto Neri, del gruppo sportivo F70 Freesport -: quest’anno gran parte dell’utile dell’intera manifestazione sarà destinato per l’acquisto di panchine e giochi all’aperto che andranno ad impreziosire il parco comunale di via Bernardelli dedicato proprio al piccolo Tommy. Continueremo, inoltre, a sostenere la scuola “Tommy” in Bangladesh, un progetto che ci vede legati da tre anni con i volontari dell’associazione “FilodiJuta” che proprio in questo Paese svolgono azioni lodevoli aiutando bambini in seria difficoltà».

Per ulteriori informazioni sulla corsa, scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo oppure consultare la pagina Facebook «La corsa di Tommy».

articolo tratto dalla Gazzetta di Parma 

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB